Be Sociable, Share!

Sai perché amo il bianco e nero, vero? E’ uno stile che ruba l’anima, che parla al profondo del tuo inconscio. La foto in bianco e nero diventa un pezzo di storia: fa parte della narrazione del tuo matrimonio. Insomma, in poche parole è un servizio che molti sposi aggiungono all’album fotografico matrimoniale perché rappresenta un punto di vista affascinante.

Ma tu sai cosa si nasconde dietro una buona foto in bianco e nero? Molti credono che questa tecnica sia semplice da mettere in pratica perché: “ehi, in fin dei conti hai meno elementi da curare. Devi solo togliere il colore”. No, in realtà la foto in bianco e nero non si traduce in una semplice estromissione del colore.

La foto in bianco e nero è un’arte. Ci sono fotografi storici che hanno scritto la storia della fotografia con opere che non hanno tolto il colore allo scatto. Ma che hanno raccontato una storia attraverso una prospettiva magica. La foto diventa un pezzo di storia, immutabile nel tempo. Sospesa negli anni. Ti piacerebbe ottimizzare il tuo servizio fotografico in B/W? Ecco qualche consiglio preso dalla mia esperienza quotidiana.

  1. Scatta a colori

Esatto. La tua macchina fotografica probabilmente ha una funzione dedicata al bianco e nero e puoi scattare foto già senza colori. Ma attenzione, sei sicuro che quella foto verrà bene senza sfumature? Magari con il rosso, il giallo e tutti i colori necessari sarebbe un’ottima immagine: perché limitare la scelta?

Scatta sempre con i colori, poi in fase di elaborazione puoi togliere facilmente con un programma di fotoritocco come Photoshop. Hai paura che la qualità sia ridotta? No, non ti preoccupare. A meno che non usi una fotocamera specifica per gli scatti in bianco e nero – quindi dedicata solo a questo compito – il rischio di perdere qualità è zero.

Ovviamente non è un obbligo. Ci sono buoni motivi per scattare a colori, ma anche per rimanere sul bianco e nero. Ad esempio hai già a disposizione un esempio di come verrà la foto. La soluzione migliore è questa: avere entrambe le alternative. Se hai tempo puoi tranquillamente scattare entrambe le versioni.

servizio fotografico in bianco e nero la sposa preparazione

  1. Dimentica il colore

Ma come, prima devo scattare a colori e poi devo dimenticarlo? Certo, il tuo obiettivo deve essere far risaltare gli elementi che hanno senso in uno scatto B/W. Avere l’alternativa a colori può far comodo, e scatti catturati con filtri normali possono rivelarsi perfetti per il bianco e nero, ma se vuoi una foto di buona qualità con questa tecnica devi dimenticare i colori. E concentrarti sulle differenze dei toni.

Creare un contrasto tra toni chiari e scuri è fondamentale per un fotografo che vuole lavorare sul bianco e nero. Che non devono essere dominanti all’interno della foto: grandi aree bianche o nere possono annichilire l’effetto dell’immagine e occupare lo spazio con masse senza significato. Un esempio su tutti: il cielo. Quando non ci sono elementi che possono creare contrasto di tono, tipo le nuvole o elementi montuosi, rischia di diventale una tavola bianca senza significato.

servizio fotografico in bianco e nero la sposa entra in chiesa

  1. Concentrati sulle forme

La variazione di tono è importante in una foto in bianco e nero perché permette di creare volume, alternanza di elementi grafici che il pubblico può percepire e interpretare. Ma c’è poco altro a disposizione. Tra gli elementi che devi sfruttare a tuo favore hai le forme: linee, curve, elementi irregolari che possono attirare l’attenzione.

Le linee guidano lo sguardo, definiscono la direzione e aprono un mondo di spazi che superano la bidimensionalità della foto. Pensa al punto di fuga e ai binari che seguono l’orizzonte… Un consiglio: scatta le tue fotografie in bianco e nero sempre in RAW. Il formato JPEG comprime l’immagine e può causare la perdita di dettagli che in realtà potrebbero fare la differenza con il bianco e nero.

servizio fotografico in bianco e nero sposi romantici

  1. Ultimo consiglio: il cuore

Esatto. La foto in bianco e nero fugge dall’intento informativo dello strumento fotografico. Usare il colore vuol dire dare informazioni in più al cervello per far percepire determinati umori, sensazioni, interpretazioni del momento. Togliere il colore vuol dire comunicare di meno? No, vuol dire comunicare diversamente. E soprattutto lasciare spazio alle emozioni.

Quindi una fotografia in bianco e nero deve essere valutata soprattutto con il cuore. Prenditi tempo, lasciala in sospeso. Magari stampala e falla vedere ad amici e parenti. La foto in bianco e nero si avvicina all’opera d’arte e merita di essere valutata con il cuore. Certo, questo vale anche per le altre foto. Ma per quella in bianco e nero un po’ di più.

You may also like:

Be Sociable, Share!

Lascia il tuo commento!