Be Sociable, Share!

Lo sai, la fotografia è un’arte. Non si tratta semplicemente di scattare una foto, di schiacciare un bottone su un apparecchio che riporta immagini dal reale all’immateriale. La fotografia, per un fotografo di paesaggi come per un wedding photographer, vuol dire raccontare.

Le immagini raccontano, le immagini rappresentano il foglio di carta sul quale posare l’inchiostro per raccontare una storia. Ecco, quando un professionista prepara il tuo servizio fotografico non sta semplicemente scattando delle foto: sta raccontando la tua storia.

Interessante, vero? Per questo ci sono mille discussioni intorno al concetto di foto. Come devono essere scattate? Meglio una foto senza effetti o una ritoccata? Come deve intervenire il fotografo? Deve raccontare o deve interpretare la storia? Tante sono le domande, ma su un punto c’è una linea comune: il bianco e nero cattura l’anima.

C’è la saturazione, c’è il contrasto, ci sono le ombre: ci sono mille modi per modificare un’immagine. Per migliorarla ma anche per peggiorarla. Il bianco e nero non è un ritocco: è un’interpretazione. Il bianco e nero stravolge, permette di rifisitare completamente il lavoro. E cattura l’anima di chi guarda perché consegna i soggetti o i paesaggi alla storia.

fotografia in bianco e nero dettaglio sposa

La rivoluzione del bianco e nero

All’inizio le fotocamere lavoravano solo in bianco e nero. Poi sono arrivati i colori. Oggi possiamo ottenere foto con colori nitidi, spettacolari, ma il bianco e nero per molti fotografi resta una scelta artistica: resta un modo per comunicare una drammaticità e un legame con qualcosa che è stato e che non sarà più.

Guarda questo album di Repubblica: una decina di foto storiche in bianco e nero portate a colori. Certo, abbiamo delle informazioni in più sul colore dei capelli di Charlie Chaplin o sulla giacca di Withman. Ma la maggior parte delle foto perde la carica emotiva: Joseph Goebbels sembra meno caustico, il ragazzo della bettola meno sporco.

La fotografia in bianco e nero rivoluziona. Il colore addolcisce i tratti, smina le tensioni, elimina il pathos del soggetto che guarda con aria cupa verso il fotografo (nel caso di Goebbels è evidente). Vale lo stesso anche per le foto di un matrimonio?

fotografia in biancoe e nero ritratto sposa

Un matrimonio B/W

La foto in bianco e nero si sposa (è proprio il caso di dirlo) alla perfezione con il matrimonio. Questa immagine rimanda a un momento che rimane nella storia, immobile, al sicuro da tutto ciò che circonda lo scorrere del tempo. In quell’istante la coppia è felice, non ha bisogno d’altro, e la foto in bianco e nero sigilla quell’attimo: rimane così in eterno.

E non è questo che ci aspettiamo da una foto? Ricordare un momento come qualcosa di storico, qualcosa da tramandare da padre in figlio. Un giorno la prole sfoglierà le foto del matrimonio e troverà questo angolo in bianco e nero che è riuscito a diventare storia prima di invecchiare.

Questa è una lettura forzata, certo, ma non troppo. Piuttosto è una lettura simbolica. Una lettura che interroga i motivi che si nascondono dietro alla richiesta di un servizio fotografico del matrimonio in bianco e nero. O almeno una parte del servizio, perché pochi hanno il coraggio di dedicare tutte le foto a questa tecnica.

In realtà non è necessario: basta mettersi d’accordo in anticipo con il fotografo per avere una parte dell’album fotografico matrimoniale in bianco e nero. Scattare una foto in bianco e nero prevede un impegno diverso. Ma resta un sibolo indelebile della tua unione. Una foto in bianco e nero, infatti, un modo per concentrare tutta l’attenzione verso i soggetti. Non ci sono distrazioni, non ci sono rimandi a riflessi o a oggetti dai colori vivaci che possono rovinare l’atmosfera: l’attenzione è tutta per gli sposi.

Nella foto B/W c’è l’arte, c’è la semplicità, c’è il ritorno alle origini e il bisogno/desiderio di fermare tutto e subito per ricordare un momento in particolare. Sei d’accordo?

fotografia in biancoe e nero taglio della torta

You may also like:

Be Sociable, Share!

Lascia il tuo commento!