Be Sociable, Share!

Ok, questo non è un articolo qualsiasi.

C’è un po’ di ironia, ma giusto un po’ perché ci sono tanti pregiudizi intorno al lavoro del wedding photographer. Ovvero del fotografo dei matrimoni. Pregiudizi non facili da digerire, sai? In fin dei conti siamo sempre a contatto con la gente che fa festa, siamo in compagnia di gente che ride e scherza, siamo sempre ospiti e mangiamo da favola.

Ecco. Forse non sai che la nostra attività di fotografi nasconde un lato oscuro che difficilmente riusciamo a mandare giù. Il lato oscuro inizia a palesarsi dai primi minuti di attività: noi fotografi cerchiamo di fare il nostro lavoro, arriviamo a casa della sposa per fare le foto, e subito veniamo bollati come “elementi d’intralcio”.

sposo tatuato matrimonio montecatini terme

Preparativi
Sei mai stato a casa della sposa la mattina prima del matrimonio? Non puoi immaginare: gente che entra, gente che esce, la sorella che non trova le scarpe, il padre che ha perso la pipa, il gatto che è rimasto chiuso fuori, la nonna che ha bisogno di una mano per infilare le scarpe… e noi in casa di estranei che cerchiamo di fare il nostro lavoro.

Quando arriva l’estetista e la parrucchiera è la fine: diventa un incubo.

Il fotografo che va a casa dello sposo è più fortunato, almeno in linea di principio. C’è meno frenesia, gli animi sembrano distesi. Ma è solo la calma prima della tempesta. In realtà gli sposi si dividono in due categorie ben precise: i vanitosi e i timidi.

I vanitosi non aspettano altro che farsi inquadrare dall’obiettivo, e si mettono in posa come dei moderni Sansone; i timidi mantengono fede alla propria bandiera e rimangono immobili. Sbiancano. Iniziano a sudare freddo. E siamo solo all’inizio…

preparativi sposa matrimonio

Funzione e servizio fotografico
Arriviamo in chiesa, seguiamo la funzione e poi arriva il momento più temuto dai fotografi: l’uscita. Ovvero un bombardamento degno della Seconda Guerra Mondiale: riso, confetti, petardi, botti, monetine (no, quelle con la crisi non più) e poi i peggiori: i confetti a riccio.

Quelli che sembrano delle mine subacquee. Tutti possono difendersi da queste incursioni a mano armata. Il fotografo no. Il fotografo deve catturare il momento più importante per gli sposi. Se non è un lato oscuro questo non so cosa aggiungere alla lista.

Subito dopo si parte per il servizio fotografico, e mentre tutti si distendono il fotografo del matrimonio viene invaso dall’ansia: “Speriamo che non piova, ma quella nuvola in fondo? Pioggia? C’è un filo di vento… speriamo che non aumenti”. Hai studiato la location con cura, ma proprio la notte prima è successo qualcosa: se sei in campagna il contadino ha distrutto tutte le piante, se sei sul mare una tempesta ha distrutto il faro, se sei su un belvedere c’è un gruppo di cinesi che non vuole andare via. Nel frattempo, mentre trovi una soluzione, tutti al ristorante ti odiano perché hanno fame e fin quando non arrivano gli sposi non si mangia.

cerimonia matrimonio montecarlo lucca

Ristorante, canti e balli
Ok, siamo arrivati al ristorante. Fermiamoci un attimo. Facciamo qualche foto. Anzi no: foto ricordo con gli sposi e poi andiamo a mangiare. Tutti lanciano un’occhiata al tavolo di servizio e pensano: “Capito il fotografo? Mangia ogni giorno al ristorante”. Ma tu sai cosa significa mangiare ogni giorno il cibo di un pranzo di nozze?

Noi fotografi spendiamo una fortuna in palestra e dietologi. :-)

Ricevimento matrimonio-Villa-Rinascimento-Lucca

All’improvviso qualcuno si sveglia dal torpore del pranzo o della cena (in realtà non si capisce più cosa sia tanto che i tempi si sono dilatati) e iniziano i balli di gruppo. Tu sai cosa sono i balli di gruppo, vero? Se la fortuna ci assiste ci tocca il karaoke, ma c’è sempre il momento in cui qualcuno vuole coinvolgere il fotografo. E il lato oscuro avanza fin quando non arriva il momento della torta.

Ecco, quando arriva il momento della torta. Nessuno lo sa. I bambini vagano senza meta, lo zio dorme sul divano del ricevimento, i camerieri fanno finta di essersi estinti e c’è sempre qualcuno che si ostina a chiedere il bis di qualcosa. Anche del caffè. All’improvviso il maître esausto, ormai senza forza e con le scarpe bucate, chiama il momento della torta.

Eravamo tutti in apnea. E con il taglio della torta – attenzione fotografo, tu devi essere vigile e catturare i momenti più importanti: il tempismo è tutto – l’agonia finisce. Gli invitati continuano fino alle prime luci dell’alba, tu puoi finalmente tornare a casa.

Oppure no?

You may also like:

Be Sociable, Share!

Lascia il tuo commento!