Feb
19
19

Matrimonio d’inverno: come vestirsi e trovare la location

Ci sono delle regole particolari per organizzare un matrimonio d’inverno? Certo, ecco una serie di passaggi e consigli da seguire.

Conosci qualcosa di più affascinante e magico del matrimonio d’inverno? Impossibile. A tutti fa piacere avere la certezza (o comunque una buona sicurezza) di uscire di casa senza dover correre al riparo dalla pioggia. Ma sposarsi in pieno inverno può essere una delle emozioni più forti e intense.

Ancora non ti ho convinto? Immaginavo. Il problema spesso riguarda due punte che non puoi ignorare quando si affronta questo tema: l’organizzazione dell’evento e la location. Chiaro, se ti chiedo di organizzare un matrimonio d’inverno a scatola chiusa e in un luogo anonimo rischi di fare un buco nell’acqua (ghiacciata).

 

Ma se tutto viene gestito in modo da ragionare sui punti di forza di questa scelta puoi lasciare a bocca aperta i tuoi ospiti. E trasformare il giorno del tuo matrimonio in un evento memorabile, senza eguali. Scommettiamo? Iniziamo da ciò che può fare la differenza in termini di planning.

 

Spera per il meglio ma organizzati per il peggio

Mai ipotizzare un matrimonio a dicembre o a gennaio con una bella giornata di sole. Che sia a Milano, a Palermo a Tunisi o a Berlino, il tuo evento deve essere organizzato in modo da poter sfidare pioggia, vento e neve.

 

Dall’arrivo degli ospiti a quello degli sposi, ogni spostamento deve svilupparsi in luoghi coperti o con mezzi di trasporto. Ogni location si deve raggiungere con le quattro ruote che hai scelto per spostarti.

 

Poi, ricorda cosa può offrire il ristorante in questi casi. C’è, ad esempio, una sala d’inverno o si tratta di una realtà perfetta per chi si sposa d’estate e si arrangia per accontentare gli sposi nei mesi più freddi? Di solito le strutture del nord sono ben fornite su questo fronte rispetto a quelle del sud, che invece sono perfette per un bel matrimonio in primavera o in piena estate.

 

In ogni caso tutto deve essere valutato. Questo è solo il preambolo, il cappello introduttivo che deve aiutarti a definire il tuo matrimonio d’inverno. Il resto lo puoi leggere nei prossimi paragrafi dell’articolo.

 

Matrimonio d’inverno: cosa indossare e come vestirsi

Punto decisivo per un evento lontano dai mesi di luglio e agosto. Chi decide di organizzare nozze d’inverno deve scegliere abiti in grado di proteggere dalle temperature rigide. Ma al tempo stesso capaci di accontentare gusti e desideri: ci si sposa una volta sola e per entrambi non c’è spazio per i compromessi.

 

Quindi, se il tuo desiderio per l’abito femminile è quello di lasciare parti del corpo scoperte devi prendere in considerazione accessori come stole e mantelle. O magari un soprabito pensato per diventare un’unica cosa con l’abito. Anche le calzature devono essere pensate per l’occasione, in ogni caso non ci sono problemi: i negozi che vendono abiti da sposa sono ricchi di soluzioni, basta chiedere consiglio a chi si occupa della vendita.

 

Questo riguarda sia la donna che l’uomo. Certo, quest’ultimo è meno incline all’uso di abiti con spalle e braccia scoperte ma la scelta deve essere comunque ponderata: meglio usare un abito di tessuto più caldo e magari qualche accessorio che può sposarsi bene con il completo. Ad esempio un bel cilindro in stile classico.

 

La location per sposarsi nei mesi invernali

Regola base: deve essere un posto al coperto. Ma questo è fin troppo chiaro. Come organizzare un matrimonio a dicembre, gennaio o febbraio per avere un successo assicurato? Il primo punto è quello di individuare un luogo speciale, magari lontano dalla città.

 

Molto dipende da cosa puoi scegliere, ma una bella idea è quella di trasferirsi in montagna. Magari in una baita in legno, un luogo caldo e accogliente. Oppure puoi optare per un albergo di lusso con SPA e ristorante stellato, uno di quei luoghi in cui faresti la luna di miele.

 

Il successo di un matrimonio d’inverno è legato al luogo che hai scelto per ospitare il pranzo o la cena nuziale. Qualche idea specifica? Ecco una serie di luoghi speciali per ospitare invitati e protagonisti delle nozze nei mesi più freddi.

 

Castello

Impossibile trovare un’idea migliore per chi ha sempre sognato un luogo magico per coronare il proprio sogno. Sposarsi come in una fiaba, in una sala da ballo come una principessa o un principe d’altri tempi: è questo il tuo obiettivo? Perfetto, il castello è una scelta che può risolvere molti problemi di un matrimonio d’inverno ed esaltare il fascino.

 

Non dimenticare l’importanza dell’allestimento: candele, arazzi e tendaggi possono diventare la cornice ideale per un matrimonio dal sapore medievale, classico.

 

Di sicuro puoi prendere in affitto solo alcune sale, non tutto il castello: le spese sarebbero eccessive, e non sempre hai bisogno di molti spazi. Non dimenticare, inoltre, che i castelli e le dimore storiche sono luoghi affiancati da ottime cantine: qui le selezioni di vini e grappe sono speciali.

 

Baita

Un fascino innegabile. Come te lo immagini un matrimonio d’inverno in una baita? Senza dubbio questa soluzione può far felice chi vuole godersi l’aspetto più intimo e riservato. Perfetta per chi ha pochi ospiti, anche se puoi scegliere soluzioni più ampie, questa costruzione classica delle Alpi nasce come edificio semplice. Quasi spartano.

 

Poi il turismo ha portato albergatori e ristoratori a trasformare queste strutture in legno e pietra in piccole bomboniere calde e invitanti. Festeggiare il matrimonio in una baita vuol dire ritrovarsi con gli amici e i parenti intorno a un tavolo per assaggiare un menu tipico, degustare buoni vini e condividendo un’esperienza unica. Magari mentre fuori nevica.

 

Considerato che le baite si trovano in contesti alpini può essere obbligatorio avere a disposizione una struttura alberghiera per far trascorrere la notte e poi ripartire il giorno dopo, con la luce ideale e temperature favorevoli.

 

Hotel di lusso

Cambiamo prospettiva. Questa è la combinazione ideale per un matrimonio d’inverno con tanti ospiti: ci sono alberghi con sale e servizi specifici, dedicati a chi vuole sposarsi in montagna e ha tante persone da accogliere. Qui la comodità è un requisito imprescindibile e i servizi sono pensati per coccolare gli ospiti.

 

Una sauna, un percorso kneipp, un bagno turco, un massaggio: perché non accompagnare il giorno più bello della tua vita con benessere e cura per il corpo? Spesso questi grandi alberghi di montagna sono perfetti per chi vuole delegare tutto ai wedding planner. Così sposarsi d’inverno diventa una passeggiata.

 

Inoltre il matrimonio organizzato in un hotel dà molte possibilità in più per scegliere il tema e addobbare le sale con tutto ciò che serve. Ricorda che stai organizzando un matrimonio d’inverno, ciò significa che menu, segnaposti e altri dettagli dovranno sempre riprendere quest’idea. Ameno che tu non abbia un programma e un tema differente.

 

Mezzo di trasporto: stupisci i tuoi ospiti con idee nuove

Quando ti sposi in costiera amalfitana scegli come vettura una decappottabile, magari una Fiat degli anni ’60 color ciliegia o gialla come i limoni di queste terre. Per un matrimonio invernale, invece, la scelta va in direzione diversa.

 

In città puoi prenotare la classica limousine, comoda e spaziosa che dà qualche vantaggio se devi uscire dall’auto mentre piove. Se, invece, il tuo matrimonio è in montagna puoi fare qualche scelta pazza. Come, ad esempio, arrivare su una slitta o un gatto delle nevi: la seconda idea è meno romantica ama altrettanto innovativa. Poi, se il terreno lo permette, una carrozza trainata dai cavalli è sempre una soluzione da prendere in considerazione.

 

Menu: cosa mangiare per un pranzo o una cena stellare

Il matrimonio d’inverno non è solo un’occasione per godersi i mesi più freddi in una cornice speciale. Puoi (anzi, devi) declinare il menu in base alla stagione e approfittare del periodo per goderti ciò che di buono offre la natura. Anche la carta dei vini deve essere allineata, senza dimenticare grappe e liquori.

 

Ovviamente è impossibile riuscire qui a definire un menu completo, ma il consiglio che posso darti è semplice: sfrutta la tradizione locale. l’inverno è il momento giusto per inserire dei piatti più sostanziosi, corposi, senza aver paura di appesantire gli ospiti. L’estate porta verso la leggerezza, ma d’inverno possiamo osare qualcosa in più. Magari un bel piatto di cacciagione o di selvaggina fa la differenza, dato che il periodo da gennaio a marzo è il migliore per assaggiare questi prodotti.

 

Poi ci sono le eccellenze regionali che possono diventare un vero e proprio cavallo di battaglia per chi decide di sposarsi d’inverno. Prendi come esempio la Toscana: non sarebbe interessante organizzare un matrimonio in una dimora storica nei dintorni di Siena o nel Chianti con un assaggio di formaggi e salumi, innaffiato dal buon vino del territorio, nel banchetto che precede il pranzo? Pensaci, tutto questo in un matrimonio invernale è perfetto.

 

Altro argomento: le zuppe. Di certo un matrimonio d’inverno si presta a questa portata me è sempre meglio fare attenzione a gusti e aspettative. Non tutti sono d’accordo, può sembrare una scelta di ripiego rispetto a un bel piatto di carne o a un pesce ben cucinato. Magari può essere una buona idea come antipasto, soprattutto se accompagnato da crostini.

 

E i dolci? Cosa facciamo per il dopocena? Non ci limitiamo, scegliamo ricette allineate con la stagione e non dimentichiamo l’angolo per degustazioni di cioccolata, whiskey e sigari in base ai gusti. A proposito, un assaggio di birra locale potrebbe essere una buona idea per il matrimonio in montagna.

 

Fotografare un matrimonio d’inverno: la grande sfida

In realtà può sembrare un problema, ma la fotografia nei mesi più freddi ha i suoi lati positivi. Non è vero che per avere uno scatto di qualità c’è sempre bisogno del sole estivo o della luce primaverile: l’importante è saper gestire al meglio la situazione. E giocare in modo da raccogliere il massimo nella peggiore condizione possibile.

 

Per ottenere questo c’è bisogno di un trittico indispensabile: una strumentazione adeguata, un professionista in grado di sfruttare le condizioni esterne e uno studio del campo sul quale si sviluppa il lavoro. Iniziamo dall’ultima opzione?

 

Location delle fotografie

Per avere delle buone foto del tuo matrimonio d’inverno il professionista che si occuperà del visual deve studiare il territorio. E capire dove, come e perché effettuare il servizio fotografico che precede il pranzo o la cena.

 

Di solito si tratta di un luogo a breve distanza dal ristorante, panoramico e/o d’impatto dal punto di vista dell’immagine. Ma considera sempre la stagione: cosa succede se manca il sole? E se piove a dirotto? O magari c’è vento? Tutte le condizioni possibili si manifestano: cosa facciamo?

 

Condizione inversa: quella location è perfetta per fare foto con la neve. Ma ora non c’è, cosa fare? Quando il clima permette di muoversi tutto sembra facile, ma chi si occupa delle foto del matrimonio d’inverno deve essere pronto a gestire i disagi. Quindi deve conoscere il territorio, le luci, le possibili alternative.

 

Tecniche e strumentazione

Senza scendere in particolari tecnici, si può dire che la foto con il maltempo ha la sua dignità. Anzi, in molti casi si possono ottenere dei risultati particolari cogliendo dei momenti di contrasto e di enfasi rispetto a determinati effetti della luce. A volte per evitare pioggia e altri elementi basta aspettare un attimo. Non spiove?

 

Perfetto, devi proseguire in una direzione. Hai la giusta attrezzatura? Mai dimenticare ombrelli e teli di plastica per riparare le macchine e i flash. Poi, tecniche fotografiche a parte, la parola passa all’inventiva e all’esperienza del fotografo: bisogna reinventare tutto, passare a nuove prospettive per non nascondere il brutto tempo (impossibile) ma per esaltare ciò che può offrire.

 

Ultimo passaggio: l’atteggiamento degli sposi. Un matrimonio d’inverno può riservare brutte sorprese rispetto al meteo. Tutto è organizzato all’interno dell’edificio ma per le foto all’esterno c’è un po’ di preoccupazione. La soluzione? Animo, le foto con il muso lungo sono ancora più difficili da fare. Qui il fotografo può aiutare, consigliando e guidando gli sposi nel set.

 

Hai ancora qualche dubbio sulle nozze durante i mesi invernali?

Non è una scelta semplice, lo ammetto. Meglio pensare di poter godere del sole alto e delle temperature miti per una giornata che tutti s’immaginano speciale. Però al cuor non si comanda: anche tu stai pensando di organizzare un matrimonio d’inverno? Lascia i tuoi dubbi nei commenti.

 

 

 

 

 

PREVIOUS POST
NEXT POST

Add Comment

TYPE AND HIT ENTER