Be Sociable, Share!

La domanda che assilla ogni fotografo alle prime armi: In che modo creare le pose da fotografare in un matrimonio? Non vuoi dare l’impressione di chi non sa come affrontare una situazione, soprattutto davanti agli sposi. Non vuoi lasciar trapelare alcuna indecisione.

matrimonio-fattoria-mansi-bernardini-lucca-therese-espen-165

Devi essere sicuro e risoluto: l’atteggiamento di un vero fotografo professionista. Come far assumere agli sposi quelle posture che caratterizzano i momenti chiave della cerimonia? Beh, ti rispondo subito: è una bella scommessa. E sai perché?

In primo luogo, i due futuri consorti devono essere naturali: devi essere capace di metterli a loro agio. Detto in altre parole, devi guidarli nella giusta direzione, spiegando come devono muoversi.

In secondo luogo, riduci al minimo possibili elementi di disturbo. Evita di rovinare il setting: pulisci l’inquadratura. Dovrai riuscirci anche se ti trovi nella location prescelta per scattare i ritratti di coppia e non hai pieno potere sull’ambiente che ti circonda.

Ora andiamo al sodo. Vediamo come creare le pose da fotografare in un matrimonio, quelle fondamentali che non devono mancare in nessun album di nozze e in nessun matrimonio, che sia in stile classico o reportage( inserire link ad articolo quando pubblicato.

Previsualizzare lo scatto

Sì, prima di fotografare devi visualizzare lo scatto nella tua mente. Devi sapere prima cosa vuoi inquadrare, come vuoi che gli sposi si relazionino tra loro (se è una foto di coppia) e come inserire il contesto nello scatto.

Matrimonio-ristorante-il-lago-montaione-firenze-62

Primo passo: osserva bene l’ambiente circostante e cerca di creare uno scatto pulito valorizzando la location.

Secondo passo: immagina come inserire gli sposi nel contesto, figura intera o piano americano? Sta a te decidere.

Le pose da fotografare assolutamente

Tra le pose da fotografare in un matrimonio non può mancare la figura intera degli sposi. Puoi scattarla mettendoli di fronte mentre si baciano. Se lui è più alto di lei puoi sistemarlo alle spalle della sposa mentre l’abbraccia. Poi sarai tu a scegliere se usare il flash o meno, oppure se addolcire la luce sui volti con un pannello riflettente.

Sarà l’esperienza a insegnarti questi piccoli segreti. Il resto dipende dalla location. Ad esempio: ti trovi nel centro di una graziosa cittadina? Bene, puoi andare alla ricerca di un portone antico e posizionare gli sposi alle due estremità mentre si osservano: un classico. Inoltre, potresti sfruttare le linee di fuga di qualche violetto tipico e riprendere la scena della sposa che osserva suo marito.

Matrimonio-montecatini-terme-255

Altra posa tradizionale è il ritratto alla sposa, qui ti consiglio di utilizzare un 50mm oppure il classico 85mm da ritratto, almeno questi sono gli obiettivi canonici per questo tipo di foto. Tuttavia se hai in mente qualcosa di creativo non sentirti necessariamente legato a questi obiettivi.

Di solito, in questo tipo di fotografia la sposa guarda in camera più degli altri ed è fondamentale percepire bene la luce, direzione e intensità. Altro aspetto fondamentale è cercare di evidenziare i tratti salienti del volto cercando di minimizzare la presenza del naso.

Un tipico errore da principianti è far sorridere la sposa. Ben inteso: il sorriso non è il male assoluto. Spesso le persone quando ridono fanno smorfie che non ameranno molto rivedere in posa.

Il mio consiglio è quello di lasciare il viso con un espressione placida e seria, sguardo intenso e bocca appena socchiusa. Spalle alte e schiena dritta, mento appena rialzato. Questa è una ricetta generale che puoi comunque piegare a tuo piacimento a seconda delle esigenze.

Falli sentire a loro agio

Immagina: il grande fotografo con la reflex che istruisce la sposa su come guardare il bouquet, con tanto di flash e altri artifici: sbagliato. Almeno in linea di massima. La cosa più importante per ottenere ritratti espressivi e felici è far sentire gli sposi a proprio agio.

matrimonio-agriturismo-montalto-montopoli-pisa-28

Per questo tipo di foto è fondamentale dare indicazioni ma è altrettanto importante diventare invisibili quanto prima. Solo così potrai catturare gli istanti migliori e donare alle tue fotografie in posa un look quasi da reportage.

Bouquet nelle foto, sì o no

Solitamente il bouquet è protagonista del classico scatto della sposa che lo osserva compiaciuta, il mio consiglio è quello di non usarlo in troppi scatti. In via generale il servizio fotografico rischia di diventare stucchevole.

Una volta realizzato lo scatto al bouquet e averlo inserito come elemento in alcune foto, l’unica cosa che devi ricordare: essere vigile e presente al lancio del bouquet!

Pose da fotografare in un matrimonio: la tua opinione

Questi sono solo alcuni consigli per creare le pose da fotografare in un matrimonio. L’esperienza e una buona dose di creatività ti daranno gli strumenti giusti per riuscire a realizzare anche pose più originali, tue. Ora lascio la parola a te? Qual è stata la tua esperienza? Raccontala nei commenti.

You may also like:

Be Sociable, Share!

Lascia il tuo commento!